Mindfulness è l’esperienza della Consapevolezza Globale di Sé che si promuove attraverso un approccio laico alla Vipassana, la meditazione tradizionale buddista.

Durante la pratica si viene guidati a sentire il proprio respiro nel corpo, attraverso un approccio dolce che facilita la consapevolezza del momento presente, osservando la realtà esteriore e interiore in modo non automatico.

Questa attenzione al movimento del respiro nel corpo ci permette di iniziare ad osservare chi siamo veramente, rivolgendo la concentrazione al nostro corpo, alle nostre emozioni, ai nostri pensieri, ai nostri atteggiamenti e alle nostre reazioni automatiche.

E’ un percorso iniziatico alla Consapevolezza Globale di Sé e del proprio agire nel mondo.

In questa esplorazione interiore potrebbero emergere emozioni o pensieri connessi a schemi comportamentali messi a punto nel corso della propria esistenza che si manifestano nel corpo come “blocchi”, cioè interruzioni nel flusso dell’energia nel corpo. Riconoscere i propri blocchi psicosomatici significa riconoscere ciò che in una vita è stato giudicato, represso, negato, ignorato… Imparare ad accogliere ciò che di positivo o negativo emerge durante la pratica permette a quelle energie di entrare nella sfera della consapevolezza. Riconoscere e accogliere ciò che è stato evitato per così lungo tempo apre al perdono verso se stessi e verso l’esistenza, permettendo al nostro essere di sentirsi nuovamente integro e libero.

La pratica è un elemento fondamentale per acquisire la consapevolezza della reciprocità di corpo, emozioni e mente. La Consapevolezza è un elemento indispensabile per promuovere l’accoglienza di sé. Non sarebbe possibile accogliere ciò che non conosciamo e non sarebbe possibile acquisire questa Consapevolezza senza padroneggiare la nostra attenzione, osservando e percependo le sensazioni interiori.

A volte queste sensazioni non ci piacciono e sale la tentazione di scappare… Riconoscere e accogliere il proprio dolore non è semplice, ma questo dolore è sopraggiunto per insegnarci ad evolvere. Se avremo il coraggio di aprirci a questo dolore potremmo scoprire che siamo anche in grado di governarlo e che potremmo infine intraprendere le azioni necessarie alla trasformazione, verso la vita che desideriamo.

Orientare il proprio stile di vita alla Mindfulness significa praticare anche al di fuori degli incontri, promuovendo l’empatia, l’accoglienza, la gentilezza… nei confronti di se stessi e degli altri.

La Mindfulness in Esperienza BenEssere

Mindfulness Psicosomatica*: Protocollo ideato sviluppato dall’Istituto di Psicosomatica PNEI dell’Associazione Villaggio Globale

Programma di Educazione alla Consapevolezza Globale di Sé e degli altri

La Consapevolezza Globale di Sé attraverso la percezione del respiro nel corpo         

About the author

Leave a Reply

X